Malta, un arcipelago al centro del mediterraneo

Malta_blogL’arcipelago di Malta ha un’anima mediterranea, non solo per la collocazione geografica, ma anche per la cultura e la storia. Isolata per secoli, dominata da fenici, romani, bizantini, arabi,normanni e ancora da angioini e aragonesi, dominio dell’Ordine dei Cavalieri di S. Giovanni, conquistata per poco tempo dalle truppe napoleoniche, infine protetta dall’ Inghilterra e inglobata dal Commonwealth britannico, Malta è stata un ponte tra culture, tradizioni e lingue diverse , pur preservando nel tempo la propria identità di isola del mediterraneo. Malta è l’unico avamposto meridionale d’ Europa, l’unico lembo del continente. Nella lontana preistoria, una civiltà tanto evoluta e raffinata, quanto misteriosa per origine e destino, ha saputo erigere edifici grandiosi, documentazione unica al mondo, per quel che riguarda soprattutto l’età del Rame, definiti “i monumenti più impressionanti della preistoria europea. Tuttavia se Malta è considerata un gioiello artistico e storico lo deve soprattutto all’ Ordine Ospedaliero dei Cavalieri di S. Giovanni, una congregazione di monaci forti e combattenti, di nobile stirpe, concentrati in uno spazio decisamente piccolo se paragonato ai territori da cui ciascuno proveniva. Questo ha conferito alle isole quell’ impronte indelebile che ancora ne connota il paesaggio, segnato più delle facciate dei palazzi rinascimentali e dalle cupole delle chiese barocche che dalla macchia mediterranea e dalle collinette color ambra. I Cavalier, cui cui si deve la fondazione di Valletta, non si sono limitati a costruire, ma hanno chiamato artisti di prim’ordine, talvolta all’avanguardia, in prevalenza italiani, a decorare e abbellire quelle sedi al tempo stesso militari e cortigiane. Le isole sono così diventate un concentrato di stili architettoniche artistici, preistorici e storici, unico nel suo genere, sia nella compattezza e coerenza stilistica dei monumenti, sia per il notevole stato di conservazione degli edifici, ancor più significativo se si considera la modesta durezza della globigerina con cui sono costruiti. Il clima mite, il mare trasparente e il sole che splende quasi tutto l’anno la rendono un piccolo paradiso. Chi ama la tranquillità può sbizzarrirsi in lunghe passeggiate alla scoperta di paesini e baie isolate. Questo caleindoscopio di paesaggi e aspetti, tra suggestioni orientali, rigore britannico e ospitalità isolana, costituisce il fascino dell’isola: dalle città d’arte ai piccoli paesi arabeggianti, dalle tradizionali feste di piazza, alle scogliere a picco su uno dei mari più blu del Mediterraneo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>