Malta dà il via libera al Bitcoin

Come tutti sanno e se ne parla molto in giro, il valore dei Bitcoin ha raggiunto la vertiginosa cifra di 14.000 $. Le criptovalute suscitano sempre più l’interesse sia dei privati investitori che degli stati. Malta, in questo, è in prima linea, dato che ha deciso di avviare una sperimentazione per la legalizzazione del Bitcoin per le scommesse online.

Malta Gaming Authority (MGA) recentemente si è impegnata a consentire ai suoi licenziatari di utilizzare nell’immediato futuro le criptovalute, definendole alternative veloci ed economiche ai meccanismi di pagamento tradizionali.

MGA ha commissionato uno studio dettagliato con opportune garanzie contro i reati via web, onde ostacolare il cyber-crimine e per non danneggiare la reputazione della giurisdizione maltese.
La direttiva anti-riciclaggio di denaro è anche in fase di revisione per includere nuove disposizioni specifiche proprio per le future valute digitali.

L’impegno assunto dalla Malta Gaming Authority deve rappresentare soltanto un primo passo, l’inizio di una grande svolta per consacrare Malta come capitale del gioco a distanza attraverso una delle forme di progresso tecnologiche più allettanti dell’ultimo decennio.

Bitmalta, un’organizzazione nata con l’obiettivo di promuovere la nuova tecnologia e l’utilizzo delle valute virtuali ha osservato che il Regno Unito si è già messo in moto per favorire l’utilizzo di criptovalute da parte degli operatori di gioco da remoto.
Per Malta ci sarebbe l’occasione di giocare d’anticipo e confermare la propria leadership, dopo il successo raggiunto nel 2004, quando divenne il primo Paese in Europa a regolamentare il gaming online.

Lo scorso aprile, il Primo Ministro Joseph Muscat aveva affermato che Malta sarebbe diventata uno dei primi Paesi del mondo ad accogliere il nuovo sistema, a partire dalla tecnologia della rete Bitcoin. Malta intende fare da apripista a livello mondiale per l’introduzione progressiva in tutti i Paesi di questo sistema innovativo.

La MGA ha invitato le aziende interessate ai futuri progetti in ambito Bitcoin e Distributed Ledger Technology (DLT) a registrarsi per raccogliere informazioni e avviare una sperimentazione.
Naturalmente, l’autorità ha sottolineato la necessità delle aziende di impegnarsi affinché i consumatori siano protetti e che sia accertata la non provenienza del denaro da affari illeciti . Lo scopo della MGA è quello di stabilire degli ambienti dove l’uso di criptovalute per le scommesse online possa essere sperimentato dal vivo.

Le candidature saranno raccolte fino a gennaio 2018, dopodiché l’autorità studierà delle linee guida che dovrebbero essere pubblicate entro il primo trimestre dell’anno. Se la sperimentazione andrà a buon fine, ci sarà un cambiamento notevole nel mondo del gaming online, che potrebbe avere delle ripercussioni anche ben oltre i confini di questa industria.

In rete sono già disponibili diversi casinò che offrono la possibilità di pagare con Bitcoin, e il successo che stanno avendo tra i giocatori è notevole.

bitcoin

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>