Malta: vittoria schiacciante dei laburisti

Né i Panama Papers, né le interferenze russe hanno potuto influire sulle nuove elezioni a Malta. Joseph Muscat si è confermato più forte di tutto e tutti e ha guidato i laburisti alla vittoria nelle elezioni anticipate a Malta.

Il premier uscente e il suo partito hanno ottenuto il 55.04%, contro il 43.68% del partito nazionalista. Quindi, una vittoria netta, che in termini di voti assoluti significa 170.976 contro 135.696.

Alla televisione di stato il premier ha dichiarato che i cittadini hanno “scelto la campagna elettorale positiva del Partito Laburista e bocciato la negatività e l’acidità del Partito Nazionalista”.

Muscat aveva convocato le elezioni anticipate dopo la notizia che un’azienda legata allo scandalo dei Panama Papers sarebbe di proprietà della moglie e aveva negato ogni coinvolgimento.

Secondo Joseph Muscat questa storia è stata creata ad arte dopo che il governo maltese ha rifiutato di rifornire di carburante le navi da guerra russe in rotta verso la Siria.

Secondo il premier che è stato al governo dal 2013 con ottimi risultati, gli elettori hanno scelto di continuare su questa strada.

Nel 2015 la crescita economica a Malta è stata del 6,3 per cento, molto più avanti rispetto alla media europea.

Grazie a liberalizzazioni energetiche e tagli delle tasse Malta è riuscita a ridurre la disoccupazione e anche ad abbassare notevolmente le bollette.La disoccupazione è del 4,9 per cento, che è la metà del 6 medio della zona euro, mentre la crescita del PIL è più del doppio: 3,7 contro l’1,6.

Le elezioni anticipate sono state indette il primo maggio scorso solo a seguito delle accuse di corruzione a sua moglie Michelle.

È anche la prima volta in quarant’anni che il partito laburista ottiene due vittorie consecutive, come ha sottolineato in un tweet lo stesso Muscat, “umiliato” (ha scritto ironicamente) per la maggioranza in crescita rispetto all’ultima tornata elettorale.

Joseph Muscat

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>