Meglio aprire una società a Malta o a Dubai?

Cosa dire? Entrambi i paesi hanno una fiscalità agevolata e la scelta dipenderà molto dalle specifiche esigenze dell’investitore. Affidarsi a dei consulenti del settore permette di risparmiare sui tempi e costi e evita problemi fiscali.

Malta nonostante sia uno dei più piccoli stati dell’Unione Europea è una delle economie più dinamiche dell’unione Europea, questo grazie al consolidamento dei rapporti con i mercati emergenti dei ricchi Paesi del Golfo, come gli Emirati Arabi Uniti e dell’Asia oltre che con tutti i paesi del Mediterraneo.

Durante gli anni della crisi, la sua economia è stata la più solida d’Europa con una disoccupazione più bassa rispetto agli altri paesi.

Il sistema fiscale più equo ha permesso a diverse aziende Italiane ad aprire una propria sede nell’isola. Il made in Italy a Malta ha un mercato fiorente, le esportazioni occupano una quota intorno al 25% con l’interscambio che oscilla intorno ai 2 miliardi di euro.

Ogni piccola o media impresa italiana che intenda seguire il processo di internazionalizzazione troverà Malta molto più conveniente rispetto ad altri paesi dell’Unione Europea per il suo sistema di tassazione vantaggioso che non presenta imposte di proprietà, tasse patrimoniali, trattenute fiscali. L’IVA è al massimo al 18% ed è zero per i prodotti alimentari e farmaceutici.

Le aziende italiane possono avviare più facilmente gli scambi economici con l’isola, questo anche grazie all’uniformità della regolamentazione della tassazione societaria e a una burocrazia più snella. I soci di un’impresa registrata a Malta possono ottenere alcune tipologie di rimborsi delle imposte versate dalla società, con la possibilità di abbattere l’aliquota fino a 5%.

Gli Emirati Arabi Uniti in particolare Dubai hanno una posizione strategica per il commercio internazionale. Non per caso molte piccole e medie aziende hanno aperto una loro sede. Dubai, a differenza di Malta, ha un regime di esenzione fiscale del 100% e nelle Free Zone si ha il 100% della proprietà.

Le Free Zone (zone franche) degli Emirati Arabi Uniti sono state create allo scopo di facilitare gli investimenti stranieri; di conseguenza le procedure per insediarsi nelle zone franche sono relativamente semplici, veloci e relativamente economiche. Le zone Franche sono aree specificamente destinate alla promozione del commercio, all’esportazione ed all’apertura ai mercati internazionali.

Aprire una società in Free Zone offre agli investitori una serie di vantaggi:

– Proprietà straniera del 100%

– Nessuna imposta sulle società

– Libertà di rimpatriare il capitale e il reddito

– Nessuna imposta sul reddito personale

– Completa esenzione dai dazi doganali

– Nessuna restrizione valutaria

– Nessuna lungaggine burocratica (in 10 giorni si ha la licenza)

– Nessun problema di assunzione

– Possibilità di richiedere un visa resident se necessario e di aprire un conto corrente bancario personale (oltre quello corporate)

Per aprire un’impresa nelle Free Zone è necessario richiedere una licenza. Le procedure per ottenere la licenza sono relativamente semplici se si ha un consulente in loco che segue tutto l’iter, permettendo così di risparmiare tempo e costi.

Non esitate a contattarci per avere ulteriori informazioni a riguardo

MaltaDubai

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>