Scoperti 1.963 lavoratori stranieri senza permesso di lavoro

Per lavorare a Malta è necessario possedere un permesso di lavoro. I cittadini UE possono lavorare fino a 3 mesi, ma poi devono necessariamente averne uno. A fornirlo è il datore di lavoro che deve presentarlo con i requisiti richiesti, al Direttore del lavoro. I cittadini che non fanno parte dell’UE devono possedere il permesso di lavoro prima di entrare a Malta.Il permesso di lavoro va rilasciato su richiesta del datore di lavoro. I requisiti per ottenerlo sono:

  • passaporto valido e aggiornato;
  • certificato di buona condotta;
  • una lettera con i dettagli del lavoro che si andrà a svolgere.

Sono state inoltrate un totale di 21.435 domande di permesso di lavoro attraverso Identity Malta e 6.201 presentate tramite Jobsplus. Il ministro dell’Occupazione, Evarist Bartolo, ha dichiarato recentemente che quest’anno sono stati scoperti un totale di 1.963 lavoratori stranieri lavorare a Malta senza un permesso.

Rispondendo a una domanda del deputato nazionalista Carmelo Mifsud Bonnici, Bartolo ha affermato che tra gennaio e settembre le ispezioni compiute da Jobsplus hanno portato alla scoperta di 842 cittadini dell’UE e di 1121 cittadini di paesi terzi che sono stati impiegati senza essere in possesso del permesso di lavoro di cui sopra.

Inoltre, tra gennaio e settembre di quest’anno, le autorità locali hanno ricevuto un totale di 27.636 domande, di cui 21.425 di permesso singolo trasmesse da Identity Malta, attualmente ci sono 2.545 domande di permessi pendenti. La costante crescita economica di Malta ha provocato una pressione sulla forza lavoro del paese, con molte aziende e datori di lavoro che esprimono preoccupazione per la difficoltà di trovare lavoratori qualificati e non qualificati.

L’afflusso di lavoratori stranieri ha aumentato le tensioni tra la popolazione, un’ampia parte della quale crede che Malta non sia più in grado di potere prendere più persone. Il leader del partito nazionalista Adrian Delia ha accusato più volte il governo di far crescere l’economia aumentando la popolazione di Malta, una ipotesi che è stata respinta dall’attuale governo.

Fonti varie

Malta

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>