Peschereccio di Siracusa naufraga al largo di Malta

Un peschereccio di Siracusa che aveva preso il largo mercoledì scorso si è capovolto a poca distanza da Żonqor Point durante la notte a causa del maltempo che ha colpito Malta. Due morti e due feriti è il triste bilancio del motopeschereccio italiano affondato.
A Marsaskala è stata compiuta una massiccia operazione di ricerca dopo che il peschereccio si è capovolto. Le unità della Marina maltese sono uscite in mare e hanno salvato due persone. Un uomo, un marocchino di 29 anni, è morto l’altro uomo siciliano disperso è stato poi ritrovato alle 19:00 al largo di Pembroke dopo un’intensa ricerca con gli elicotteri delle Forze armate di Malta.

Due uomini sulla nave, di 35 e 29 anni, sono rimasti feriti ma sono riusciti a salvarsi con l’aiuto della Marina Maltese. Secondo le fonti locali il ventinovenne è di origini marocchine mentre il secondo morto, Luciano Sapienza, è il proprietario della nave. Il suo corpo è stato recuperato dopo 24 ore di ricerche in mare dalle motovedette maltesi. Ci sarebbero state altre tre barche siracusane nella zona, due si sarebbero spostate a nord per sfuggire al maltempo, ma la Zaira, la più piccola, è stata spazzata via dalle onde, capovolgendola.

L’incidente è avvenuto al largo di Żonqor Point verso le 4:00 del mattino. Żonqor Point, è un’area pericolosa dove in passato sono affondate anche altre imbarcazioni tra cui la petroliera Angel Gabriel nel 1969.
Nei pressi dove sono avvenuti i soccorsi sono immediatamente giunti un numero di auto della polizia, un’ambulanza e un’autopompa antincendio. Si crede che il peschereccio dopo avere colpito uno scoglio abbia cominciato a imbarcare acqua e alla fine si sia capovolto lasciando visibile solo la parte superiore del suo albero radio.

Il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci e l’assessore regionale per la Pesca Mediterranea, Edy Bandiera hanno espresso il cordoglio ai familiari delle due vittime di questa tragedia.

Fonti. Times of Malta e altre

Salvataggio a Malta

                         Foto: Times of Malta

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>